Come scegliere il Nome per il proprio Personal Brand

Il mio nome è Bond… James Bond.

Potresti pensare che nel Personal Branding il naming non sia importante, ed infatti è evidente che il 99,999% dei liberi professionisti e consulenti semplicemente usa il proprio nome e cognome per la targhetta dello studio.

Eppure nel personal marketing digitale, questo approccio non è così scontato.

Adesso, così come accade nel mondo dello spettacolo, sono molti i personaggi e gli influencer che usano dei nomi d’arte per poter essere meglio riconoscibili online.

NB Opinione personale: nel Personal Branding la scelta del nome non è poi così importante, se stai scegliendo di crearti un nome d’arte allora fondamentalmente deve piacere a te, deve essere semplice da ricordare e facile da dire agli altri.

E’ ovvio che la scelta del “Nome” influisce anche sul dominio web di un eventuale tuo blog, sulla pagina Facebook ufficiale, il profilo Instagram, di Linkedin e altri social. Per questo motivo pensa ad un Nome che sia disponibile online come dominio url e sui social.

Allora iniziamo… in genere le aziende e i professionisti possono scegliere tra 3 tipi di nomi per creare un brand molto potente.

#1 I nomi funzionali e le metafore.

Sono quei nomi che derivano direttamente dalla funzione principale del prodotto/servizio. questi nomi spesso sono usati per i beni di largo consumo che trovi nei supermercati ad esempio: Idraulico Liquido, Svitol e così via.

Sono dei grandi nomi perché si connettono direttamente con il Posizionamento (il momento dell’acquisto nella mente della potenziale acquirente) e perché il cliente sa esattamente cosa sta acquistando. 

In genere questo tipo di nomi viene utilizzato per prodotti a basso prezzo e poco sofisticati.

Una variabile ai nomi funzionali sono quei nomi che derivano direttamente dai valori chiavi del prodotto o servizio che vendi.

Nel Personal Branding questi nomi sono relativamente poco usati. 

Esempi: CiccioGamer89 oppure LaSabriGamer. Psicologo Milano Di Luca Mazzucchelli (Psicologo e Youtuber), YouMediaWeb di Giulio Gaudiano, RobinGood, Human Safari di Nicolò Balini (travel blogger), Il Santone Dello Svapo (esperto di sigarette elettroniche)

#2 I nomi con sillabe.

Sono nomi ottenuti da alcune sillabe estrapolate dalle parole funzionali del prodotto o servizio .

Esempio FedEx, Microsoft, Verizon

Nel Personal Branding è forse la seconda formula più usata (dopo i nomi propri) ed in genere deriva dalle stroppiatura del nome proprio.

Esempi: Favij (Youtuber e Gamer), Luis (Youtuber), Skande di Riccardo Scandellari (Marketing) e così via

#3 I nomi propri.

Nelle Aziende e nelle Società di Consulenza sono quei nomi che derivano dalla cognome del fondatore, dalla famiglia fondatrice o dai soci e associati.

Esempi: Toyota, McDonald, Ford.

Nel Personal Branding è la formula più semplice e diffusa, ma con alcuni punti d’attenzione. Innanzitutto si stabilisce un legame fortissimo tra personaggio e persona, il personal brand diventa a tutti gli effetti la persona. Inoltre è un tipo di nome da sconsigliare a chi prevede (un giorno lontano lontano) di “vendere” il proprio brand e di ritirarsi su un’isola ai Caraibi.

Esempi: Chiara Ferragni (fashion blogger), Elisabetta Canalis (showgirl), Giorgio Taverniti (Web Marketing), Gianluca Di Marzio (giornalista sportivo)

Esercizio.

Inizia a buttar giù alcune idee per il tuo brand name, scrivi diverse versioni per ciascuna delle 3 tipologie di nomi.

Nomi funzionali e metafore

___________________________________________________________

___________________________________________________________

Nomi con sillabe

___________________________________________________________

___________________________________________________________

Nome e Cognome

___________________________________________________________

ps qui ovviamente c’è poco da “inventarsi” ammenochè tu non voglia crearti un nome d’arte. Diversi autori di infoprodotti si sono “nascosti” dietro questo escamotage creando dei veri e propri personaggi virtuali (peraltro abbastanza difficili da smascherare).

Condividi al volo...