Come Scrivere un Post al Giorno con il Metodo di Ian Fleming

Riuscire a scrivere un post al giorno è il sogno di ogni blogger. Svegliarsi la mattina e trovare subito l’ispirazione e il tempo per scrivere un nuovo articolo senza aver paura del blocco dello scrittore.

Io ho adottato un metodo semplice ed efficace che mi consente di scrivere ogni giorno un nuovo post, questo metodo ci è stato regalato da uno dei miei autori preferiti: Ian Fleming.

Con questa routine quotidiana l’autore della saga di James Bond 007 riuscì a scrivere ben 13 romanzi in 13 anni, ma lavorando solo 2 mesi l’anno!

Anche se per i critici letterari e per gli scrittori (quelli seri e raffinati) la serie dei libri di James Bond sono poco di più che semplici romanzetti da spiaggia, io adoro quei libri e lo stile con cui sono stati scritti.

Il metodo originario di Ian Fleming era il seguente.

Per due mesi all’anno in inverno, tra gennaio e marzo, si trasferiva in Giamaica nella località di Goldeneye (se questo nome ti dice qualcosa vuol dire che anche tu hai letto i suoi libri 😉 ).

Per le prime sei settimane la routine era questa:

  • una bella nuotata mattutina e colazione con la moglie (Anne Geraldine Rothermere, contessa di Charteris e della quale era stato l’amante),
  • dalle 9 alle 12 chiuso in stanza con la sola macchina da scrivere e sigarette per scrivere almeno 2000 parole (senza fare correzioni),
  • a mezzogiorno pausa in spiaggia a prendere il sole e a nuotare, a seguire il pranzo e un riposino di una o due ore,
  • dalle 18.00 alle 19.00 di nuovo in stanza a rileggere e correggere quanto scritto la mattina,
  • per finire la giornata con il primo Martini e la cena.

Infine, dopo aver scritto ogni giorno ininterrottamente per 6 settimane, dedicava un’intera settimana per correggere e riscrivere tutti i passaggi.

Ian Fleming a Goldeneye in Giamaica

No, non sono matto.

Io non sono Ian Fleming, non ho un millesimo del suo talento e se facessi la sua vita sarei già morto da un pezzo, ma con alcuni aggiustamenti questa routine può essere valida per chiunque.

Vediamo:

  • come prima cosa ti consiglio di preparare un piccolo scrittoio sul quale puoi posizionare il tuo notebook o il tuo tablet e concentrati sulla scrittura, 
  • quella di dividere in due blocchi la scrittura di un nuovo post (prima bozza + correzione il pomeriggio) mi sembra un’ottima idea,
  • mantenere una media di circa 500 parole ogni ora è anche questa fattibile,
  • all’epoca non esistevano gli smartphone e comunque ti consiglio di silenziare il telefono,
  • preferisco sorvolare sulle sigarette (io non fumo, ma tu fai come ti pare).

Per tutto quanto il resto: i Caraibi, la moglie, lo stile di vita (ecc ecc), è meglio tralasciare 😉 .

Bozza – Correzione – Revisione.

In realtà alla routine di Ian Fleming deve essere aggiunta una fase, quella della Revisione periodica dei post.

Nel caso dei blogger non è pensabile di pubblicare un post e di dimenticarsene, per questo motivo è buona regola dedicare uno o due sessioni di scrittura per la revisione dei vecchi post.

Ian Fleming dedicava un’intera settimana alla fine delle vacanze per fare una revisione globale, io ti consiglio di scegliere un giorno alla settimana, magari il venerdì è quello più adatto.

Conclusione.

L’idea di base è che scrivere dei nuovi post da pubblicare sui nostri blog non è un lavoro e non è un piacere, ma è un impegno che dobbiamo prendere con noi stessi per elevarci al di sopra della mediocrità e della concorrenza. 

Non possiamo avere la vita e le capacità di Ian Fleming, ma possiamo iniziare a creare la nostra routine quotidiana per costruire un post al giorno e di conseguenza il nostro successo.

Per favore, scrivimi nei commenti qual’è la tua routine quotidiana, magari può essere d’aiuto anche agli altri lettori.

Alla prossima.

giosab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Exit mobile version